Lavoro e retribuzione: la motivazione passa anche dal giusto riconoscimento

21/06/2024

Il giusto riconoscimento incide sulla motivazione e dare il giusto merito per il lavoro svolto è fondamentale, ma spesso capita che il proprio operato sia sottovalutato o non correttamente riconosciuto e quindi retribuito.

E’ quanto emerge dallo studio “People at work: workforce view 2023” condotto dall’ADP Research Institute che mostra come  per il 53% degli italiani lo stipendio risulta essere l’elemento essenziale quando si parla di lavoro.  Il 46% degli intervistati si sente sottopagato, mentre il 15% denuncia come talvolta capiti che vi siano errori in busta paga.

Secondo lo studio i collaboratori che ricevono una paga adeguata hanno il triplo delle probabilità di essere proattivi e autonomi sul lavoro grazie all’ aumento della loro motivazione. Cresce anche il senso di appartenenza e la propensione a fare qualche sacrificio in più. Dallo studio emerge, invece, che circa la metà dei collaboratori non sono soddisfatti della propria paga e hanno dichiarato di essere attivamente alla ricerca di un nuovo impiego.

l’ADP Research Institute, ha organizzato una anche survey denominata “Il potenziale del payroll nel 2024: sondaggio sul global payroll”:  sono stati intervistate 1.735 figure senior in 19 Paesi con conoscenza approfondita delle paghe o attivamente coinvolte in attività di payroll all’interno di organizzazioni multinazionali, di cui 100 in Italia.

I risultati della survey evidenziano, anche nel nostro Paese, l’importanza strategica del payroll. Il contesto socio-politico attuale unito alla crescente difficoltà economica ha conferito ancora più importanza alle paghe e all’accesso allo stipendio per il benessere finanziario dei collaboratori. Per questo le aziende puntano a innovare e migliorare non solo le modalità ma anche le tempistiche di accesso allo stipendio da parte del personale.

Per questo, nei prossimi anni, diverse aziende hanno in programma di offrire nuovi metodi di pagamento al personale come portafogli mobili, carte prepagamento (40%), opzioni flessibili lasciando ai dipendenti la scelta della data del pagamento (35%), offrire cicli di pagamento più frequenti come, ad esempio, settimanali (27%), pagare tramite criptovalute (13%).

In primo piano

WelFare Insieme S.r.l.
Impresa Sociale

Viale Vittorio Veneto n. 16/a, 20124 – Milano | tel. +39 02 49710883 | P.IVA 10464170967

Logo footer di Confartigianato: Persone - WelFare Insieme
2024-05-13T08:54:39+02:00
Torna in cima